HATE SPEECH

Quante volte sui social ci capita di leggere espressioni offensive, in particolare contro alcune categorie di soggetti come le donne, gli extracomunitari o gli omosessuali?

Quelli che nella nostra quotidianità possiamo leggere come singoli commenti e contro i quali nella maggior parte dei casi non reagiamo sono l’espressione di un fenomeno ben preciso che la giurisprudenza americana ha definito hate speech.

L’hate speech, tradotto in italiano con l’espressione “parole d’odio”, indica un tipo di discorso offensivo che ha l’obiettivo di esprimere odio e intolleranza verso un soggetto o un gruppo sulla base di una qualunque discriminazione di tipo sessuale, religioso, etnico o razziale.

Non esiste ad oggi una definizione giuridica e la regolamentazione in materia è oggetto di un continuo dibattito che attiene anche al tema della libertà d’espressione. Quest’ultima è una delle più grandi conquiste del secondo dopoguerra, sancita e tutelata dalle costituzioni dei paesi democratici. Il mondo dei social ha ampliato notevolmente la possibilità per ogni utente di esprimere la propria opinione, ma molto spesso le persone protette dallo schermo si sentono libere di scrivere commenti ed espressioni che in una situazione reale non direbbero mai.

Ma allora qual è il confine tra hate speech e libertà di espressione?

La mancanza di una normativa condivisa a livello internazionale ha portato le varie piattaforme ad adottare parametri più o meno stringenti per determinare se un contenuto è offensivo e discriminatorio. Gli stessi utenti sono oggi chiamati ad identificare e segnalare espressioni, video o fotografie ritenute offensive, ma molto spesso poi le valutazioni sono molto lente e la percentuale di contenuti rimossi rimane bassa.

Al fine di favorire una mobilitazione sempre più ampia degli utenti stessi e sul fenomeno più in generale, numerose sono le campagne e le iniziative promosse da associazioni ed enti pubblici ed istituzionali. Anche grazie alla partecipazione di personaggi pubblici, lo scopo di queste iniziative è quello di creare un fronte comune affinché si diffonda una consapevolezza maggiore sul tema.